A+ A A-

Dizionario dialettale

A

Q
Abbrustulire
A

Tostare

Q
Arburu
A

Albero.

Arburu de ulia: albero di ulivo.

Q
Anciulu
A

Angelo

Q
Arreta
A

Di nuovo

si può anche dire "Antorna"

Q
Antorna
A

Di nuovo

Si può anche dire "Arreta"

 

B

Q
Babbare
A

Guardare incantato, perdere tempo

Q
Barracca
A

Baracca, bancarella del mercato

 

C

Q
Calime
A

Lentezza, fiacca, senza forza per fare qualcosa

Q
Castignata
A

Bestemmia

Q
Candelieri
A

Candelabro

Q
Canna
A

Gola

Si può anche dire "Cannavozzi"

Q
Cannavozzi
A

Gola

Te zziccu pe cannavozzi > Ti prendo per la gola.

Q
Cuda
A

Coda.

Q
Culare
A

Colare, versare, ma anche sporcare.

T'hai culatu > ti sei macchiato.

 

D

Q
Davantare
A

Diventare, stare per essere

Q
Ddamurare
A

Fare tardi

Q
Diammana
A

Diamine, per la miseria.

Q
'Dduveddi
A

Da nessuna parte.

Q
Disciunu
A

Digiuno.

A disciunu > a digiuno.

E

Q
Eternu
A

Eterno

Q
Erva
A

Erba

Q
Essi
A

Esci.

Ssire > Uscire.

Q
Eggere
A

Essere.

Nunn'eggere fiaccu > Non essere cattivo.

Q
Ertu
A

Alto.

F

Q
Fastidiusu
A

Fastidioso, intollerante

Q
Funciu
A

Fungo

Q
Funnu
A

Campagna, terreno agricolo.

Q
Fuscire
A

Correre, scappare.

Q
Friculare
A

Strofinare; si dice anche di un'attività sempre in movimento, infdaffarata.

Q
Faccetostu
A

Facciatosta, sfrontato.

A volte può significare anche maleducato.

Q
Fanescia
A

Finestra.

   

G

Q
Giurnu
A

Giorno

Q
Garzale
A

Schiaffo alla guancia.

Q
Gettata
A

Collocamento del calcestruzzo per completare il soffitto di un'abitazione. A questa operazione segue il "Capicanale", un pranzo a cui partecipano i proprietari della casa e i muratori.

Q
Gelata
A

Brina mattutina

Q
Gnommareddu
A

Specialità salentina, composta da pezzi di interiora di agnello, tenute assieme dalle budella.

  

I

Q
Idda
A

Lei

Q
Inchire
A

o 'nchire.

Riempire

Q
Intrafori
A

Letteralmente "dentrofuori".

Rovesciato, al contrario.

Q
Isa isa
A

Pari pari, per il rotto dela cuffia

Q
Intra
A

Dentro.

 

J

Q
Jancu
A

Bianco

Q
Jentu
A

Vento.

Si sente spesso nel detto "Salentu, lu sule, lu mare, lu jentu".

Q
Jata
A

Beato.

Jata a tie: beato te.

  

L

Q
Làmia
A

Terrazza, casa di campagna

Q
Limmiccu
A

Alambicco

Q
Lazzarone
A

Pigro, nullafacente, con un pizzico di cattiveria.

Q
Liccisu
A

Pietra leccese.

Q
Luminu
A

Lampadina votiva, usata per illuminare le effigi religiose.

 

M

Q
Maccarruni
A

Maccheroni

Q
Minescia
A

Minestra, zuppa.

Q
Misericoi
A

Basilico

Q
Municedda
A

Lumaca con la panna, ovvero andata in letargo costruendosi una membrana bianca che la isola dall'esterno.

Q
Macaru
A

Indovino, stregone, colui che compie incantesimi.

Q
Mammata
A

Tua mamma.

Q
Mama
A

Mia madre.

Q
Mammaluccu
A

Infantile, quasi mammone.

Q
Malota
A

Scarafaggio.

 

N

Q
Nacidire
A

Inacidire, cibo guasto

Q
Ndafriscare
A

Rinfrescare, anche riposarsi.

Q
Ncuddizzi
A

In collo, a cavalluccio.

 

O

Q
Oru
A

Oro

 

P

Q
Pacare
A

Pagare, farla scontare a qualcuno

Q
Papagna
A

Può significare sia schiaffo che sonnolenza.

Q
Puteca
A

Bottega, osteria, ma anche bar

Q
Petrusinu
A

Prezzemolo

 

Q

Q
Quiru
A

Quello

Q
Quasetta
A

Calzino

 

R

Q
Rajare
A

Raglio, verso che fa l'asino

Q
Ratatila
A

Ragnatela

Q
Raticula
A

Graticola

 

S

Q
Sagne
A

Pasta fresca fatta in casa simile alla tagliatelle, tipicamenti pugliesi.

Q
Scaiune
A

Geco

Q
Sciarpisciare
A

Parlare in modo sconclusionato, come se si fosse ubriachi

Q
Scarpune
A

Scarpune, stivale.

Q
Spriculare
A

Rompere malamente.

Te spriculu > Ti faccio a pezzi.

Q
Sirda
A

Tuo padre

Q
Sire
A

Padre.

Si dice anche "Tata"

Q
Ssire
A

Uscire.

 

T

Q
Tabbaccaru
A

Tabaccaio, rivenditore di tabacchi

Q
Tristu
A

Cattivo, monello.

Q
Trappitu
A

Frantoio, ma anche l'atto che va dalla raccolta delle olive all'estrazione dell'estrazione dell'olio

Q
Tata
A

Papà.

Si dice anche "Sire"

 

U

Q
Ugnata
A

Unghiata, graffiata, 

Q
Unchiare
A

Riempire, gonfiare fino quasi a esplodere

 

V

Q
Vacare
A

Versare, adagiarsi a terra, poggiarsi

Q
Vagnunceddu
A

Bambino, letteralmente ragazzello

    

Z

Q
Zinnu
A

Contenitore cilindrico fatto di zinco per conservare l'olio

Q
Zallu o 'nzallu
A

Rozzo, pacchiano, per nulla elegante

Q
Zangune
A

Pianta selvatica, simile al crescione, che crese nel Salento.

Q
Zziccare
A

Prendere, afferrare.

Q
Zuccaru
A

Zucchero

Q
Zumpare
A

Saltare

Torna in alto

Logo Buonooh

Ultimi commenti

Sostieni l'iniziativa

Portaliditalia - Logo testata

Meteo Puglia
FacebookMySpaceTwitterRSS Feed
Pin It
Agosto 2019
L M M G V S D
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

SOCIAL

Segui Andranoonline sui social networks

PARTNER

TI PUÒ INTERESSARE

AUventura
     viaggio il mondo
Sito Autore
   realizza la tua pagina web
Libroventura
  la casa editrice

CONTATTI

Ind: C/ Nuestra Señora del Pilar, 15 b/b 28100 Alcobendas (Madrid)
Tel: +34 691 031351
Email: andranoonline@libroventura.com
Cel: +34 910 40 56 29